Blog: http://glyph.ilcannocchiale.it

Linea, spazio, cancellazione

Tra i paragrafi di un testo, tra le righe, le frasi, le parole di un testo, possono esserci degli spazi bianchi.     Non si può mettere in dubbio che questi spazi abbiano una     rilevanza narrativa, anche se il peso di tale rilevanza, nella maggior parte dei casi, è infinitesimale. Di maggiore interesse è il fatto che la narrazione viaggi sempre nella stessa direzione, sicché gli                                                                                                       spazi, quegli spazi in negativo             o           bianchi               vanno dalla stessa parte. Non accade mai che veniamo abbandonati in uno spazio e rimandati alla posizione narrativa precendete o nel nulla.
 
Percival Everett, Cancellazione, Instar Libri, traduzione di Marco Bosonetto

Pubblicato il 29/4/2007 alle 17.17 nella rubrica everett.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web